I NOSTRI LAVORI - GALLERY






Preparazione al cablaggio in una delle periferiche antintrusione dislocate nei vari capannoni. Accoglie 20 sensori che tramite linea BUS dedicata dialoga con la nostra centrale integrata TiVedo


















Altra azienda. Qui oltre ad aver installato il sistema integrato TiVedo con 16 telecamere a 4 MPX con analisi video intelligente e sistema di sicurezza completo , il cliente ci ha chiesto di revisionare tutta la rete LAN strutturata degli uffici/magazzini. Sruttando  l'intervento di adeguamento della rete abbiamo proposto la sostituzione del centralino telefonico ormai obsoleto con uno di ultima generazione che permette una gestione più flessibile delle chiamate ed un abbattimento dei costi anche sui cellulari aziendali grazie al sistema VOIP.

















Centrale di videosorveglianza: i cavi sono tutti posati: ora si inizia a testare l'integrità dei conduttori e la preparazione al cablaggio con il sistema di registrazione/connessione












Impianto terminato! Il collaudo ha avuto esito positivo. Il sistema , in caso di allarme antiaggressione si collega direttamente alle Forze dell' Ordine permettendo la visione delle immagini in tempo reale dalla centrale opertiva: si potrà così intervenire più rapidamente ed in modo più efficace.

Il sistema dispone di gruppi di continuità ( display azzurri) che permettono il funzionamento in caso di mancanza dell'energia elettrica.









Barriera ad infrarossi per protezione perimetrale esterna. Falsi allarmi praticamente ridotti a zero grazie al sensore a doppia fascia. Ottima soluzione economica   per intercettare l'intruso proma che possa forzare i serramenti.












Situazione classica installativa di una protezione integrata del sistema TiVedo: al momento in cui il sensore volumetrico va in allarme viene inviata una notifica push al telefono del destinatario. Oltre al messaggo di allarme viene allegato il video dell'evento che ha generato l'allarme stesso. (videoverifica)


Utilizziamo preferibilmente telecamere di tipo "dome" meno impattanti visivamente e più difficili da manomettere. Consigliamo sempre di installare il nostro sistema "antitampering" che genera allarme in caso di tentativi di mascheramento o spostamento della telecamera.











Realizzazione impianto di distribuzione WiFi  e telecamere per videosorveglianza wireless per un camping di circa 15.000 mq e circa 70 bungalows/piazzole. in foto l'antenna principale per il collegamento puntuale a tutte le antenne a 2,4 Ghz (14) presenti sull'area. 

Vecchio impianto smantellato installato presso un capannone industriale (ha fatto diginitosamente il proprio lavoro per oltre 20 anni) - Verrà sostituito con il nostro Sistema Lince integrato con il circuito di videosorveglianza






















Eccolo qua! Il nostro Sistema Integrato TiVedo: La nostra Azienda-Cliente oltre ad aver capito il valore dell'integrazione sistema di allarme con Analisi video intelligente ci ha chiesto un sistema di controllo accessi per gestire l'ingresso ad aree specifiche dello stabilimento. Essendo il nostro un "sistema aperto" abbiamo potuto integrare il server del controllo accessi, potendo così gestire tutto da una sola applicazione.














Finiti i cablaggi, si inizia con la fase di programmazione













Cablaggi video terminati: si tratta di un impianto con 30 telecamere a colori risoluzione in HD












Qui abbiamo installato un sistema antintrusione interrato. E' stato creato un anello intorno alla villa con un cavo sensore speciale posato a circa 50/60 cm di profondità . Il calpestio sulla zona protetta dal sensore provoca allarme. Una volta chiuso lo scavo e ripristinato il giardino diventa impossibile al malintenzionato individuare la zona protetta e ciò ne rafforza il potenziale deterrente.












Tastiera di comando touch a colori da 7" completano i nostri sistemi di allarme. Facilità di utilizzo e comandi intuitivi, alta visibilità. Qui si trova  in abbinamento ad un lettore di prossimità per controllo accessi che permette,tra le altre funzioni, di poter attivare e disattivare aree dell'impianto antifurto. Fornendo un badge personale ai collaboratori si evita di generare un codice di accesso per ogni persona autorizzata.